sabato 29 settembre 2007

Volantino sui Canili


Questo è un lavoro di grafica progettato da me, a mie spese per sensibilizzare al grosso problema canili che tutti i comuni in Italia hanno. Questo volantino non è mai stato realizzato.
I canili straripano di cani bisognosi di cure e affetto. Non sempre ci sono i fondi per garantire la buona salute di questi cani comunque in gabbia. Si parla di milioni di cani in tutta Italia, solo qui nella provincia di Reggio ce ne sono circa 4000. Eppure i più desiderati sono i cani di razza... (???)
Beh io ho progettato questo volantino e l'ho presentato prima al comune di Reggio Emilia e poi alla Provincia. GRATIS!!!! non ho chiesto un centesimo, non voglio niente, voglio solo dare voce a questi cani tristi, soli, chiusi in gabbie, che impazziscono dalla noia e dalla solitudine (per non dire peggio, spesso non possono ricevere cure veterinarie per mancanza di fondi).
Sono tre anni... no ma dico tre anni!!!!!!!!!!!!!!!!! che sto dietro a Paola Spallanzani, un'impiegata negli uffici dell'assessore all'ambiente, non ci sono i fondi per stamparli! Con 1000 euro saremmo riusciti a stamparne 10.000 ma niente, ogni volta che torno dice che i fondi sono finiti ma che il problema è grave quindi a loro il progetto interessa. 3 anni che aspetto ma niente, eppure questi cani costano al comune (tra vaccinazioni, cibo, cure veterinarie eccetera..)
Io non ci credo, più che lavorare gratis e dargli il progetto in mano...... non so che fare.
Sembra che dormino in quegli uffici, probabilmente anche se gli gli portassi i 1000 euro io, non ce ne verrebbero fuori comunque.
Grande delusione.
Il volantino contiene due pagine con la lista completa dei canili comunali e non della provincia, con gli indirizzi e i numeri di telefono. No perchè a Reggio se una vuole la lista completa, non c'è. Non c'è!!!!!
CHI VOLESSE AVERE I FILE AD ALTA RISOLUZIONE DI QUESTO VOLANTINO, COMUNQUE MODIFICABILE, ME LO CHIEDA E LO MANDERO' SU CD. SE SERVE AD AIUTARE E A MIGLIORARE LE COSE A QUESTI POVERI ANIMALI, VE LO CEDO PIU' CHE VOLENTIERI.

Cliccate per ingrandire.

mercoledì 26 settembre 2007

Gli animali non si 'comprano'

Eppure c'è ancora chi si crede amico degli animali e si 'compra' un bel Labrador.
Se compri un animale in un negozio, puoi stare sicuro che proviene da allevamenti a scopo di lucro, non sai come vengono trattati, da dove arrivano, in che condizioni, e soprattutto togli la possibilità ad un cane del canile di essere adottato. Ci sono migliaia di gatti e cani che nel tuo comune stanno aspettando un padrone che gli voglia bene e li porti a casa con se.
Questo video in Inglese montato dai ragazzi di PETA, è sulla sterilizzazione di cani e gatti.
Negli Stati Uniti così come in Inghilterra, quando un cane non ha padrone, nessuno è disposto ad adottarlo, viene soppresso. Sicuramente in questi stati l'uccisione del cane o del gatto è un motivo in più per adottarlo e salvarlo ma c'è chi non è d'accordo. Ma sinceramente, se penso ad una vita intera passata dentro una gabbia.....

martedì 25 settembre 2007

Pentola a Pressione


Se volete cucinare i legumi e i cereali integrali velocemente l'unico modo è usare una pentola a pressione :)
La pentola a pressione non è più pericolosa di una qualsiasi altra pentola, dimezza i tempi di cottura e permette di mantenere più intatte le sostanze nutritive perchè si può cuocere in pochissima acqua e soprattutto in meno tempo. Dicono che non sia tanto il calore che distrugga le vitamine quanto un tempo prolungato di cottura. Io la uso sempre, soprattutto per cuocere i legumi (con o senza ammollo) e i cereali integrali. In questo modo risulteranno morbidi e ben cotti, odio i ceci duri come sassi, o il riso integrale troppo al dente e "secco".
Vi spiego come funziona:
La pentola a pressione raggiunge una temperatura molto più elevata rispetto alle altre pentole perchè sfrutta appunto la pressione che si accumula al suo interno. Voi non dovete fare altro che inserire il cibo con l'acqua nella giusta quantità (ci sono le istruzioni con le tabelle), chiudere il coperchio e accendere la fiamma al massimo - usando uno dei fornelli più piccoli. Infatti, una volta raggiunta la massima temperatura inizierà a fischiare. Voi abbassate al minimo e iniziate da qui a contare i minuti di cottura. Anche se spegnete la fiamma, continuerà a cuocere fino a quando la pressione verrà a meno. Io spesso spengo alcuni minuti prima dello scadere del tempo. Anche perchè quando la pentola è in pressione (e qui molti hanno paura che esploda) non è possibile aprire la pentola grazie ad una speciale valvolina che ne impedisce l'apertura.
Ok adesso vi dico cosa sono quei 3 cancherini sul coperchio:

Dall'alto al basso:
-Valvola di sfiato, quando la temperatura e la pressione sono al massimo, esce un po' di aria e vapore, in questo modo è assolutamente impossibile che scoppi.
-Valvola di blocco apertura: è rossa e si attiva solo quando la pentola è in pressione.
-Valvola di sicurezza: Se la valvola di sfiato è intasata e non lascia uscire il vapore in eccesso, perchè l'avete lavata male o per qualsiasi altro motivo, la valvola di sicurezza, che è di gomma nera, salta, lasciando uscire il vapore in eccesso, evitando l'esplosione.... :)))

Io ho comprato Lagostina ma vi dico subito che ha un piccolo difetto: la valvola di sicurezza una volta saltata deve essere sostituita con una nuova che costa 5 € delle volte anche 6 €, e se fate come me che la faccio saltare molto spesso..... non è una bella cosa. Ci sono altre marche buone (una mi sembra la Barazzoni) che fanno saltare la valvolina di sicurezza sotto la barra di chiusura e quindi non è necessario sostituirla.

Con questa si possono fare dei risotti integrali cremosi come quelli fatti col riso bianco a tutto vantaggio della salute e del gusto! :

lunedì 24 settembre 2007

Biscotti con Semi di Zucca


Oggi pomeriggio mi è venuta quella solita voglia di dolce che mi assale dopopranzo ma non avendo ancora fatto la spesa non avevo neanche un biscotto!
Allora ho avuto un'idea: fare dei biscotti usando gli ingredienti della sbriciolata (o Crumble) aggiungendoci qualcos'altro... semi di zucca!
Attenzione: sono molto croccanti!
Ingredienti:
1 tazza di Cereali in fiocchi
1 tazza di Zucchero
1/2 tazza di Farina (anche integrale)
1/2 tazza di Olio di soia (o un olio di sapore blando)
4 cucchiai d'acqua
un pizzico di sale
polvere lievitante
una manciata di semi di zucca

Amalgamare tutti gli ingredienti e formare delle palline con le mani, infornare a 180° C. per 20/25 minuti.
Se non li volete troppo duri, una volta formata la pallina, schiacciatela con le mani.

giovedì 20 settembre 2007

Il mio ufficio/magazzino


Questo è il mio "magazzino" ... ho ricavato una piccola stanza al piano di sopra dove ho l'ufficio: un computer eccetera + una scaffalatura per le magliette. Come vi sembrano?

Stamattina sono stata al ristorante Un Punto Macrobiotico Di Reggio E. a dare una mano in cucina. Mi hanno fatto fare come al solito la sala (pulire i pavimenti e apparecchiare) però sono stata anche un po' in cucina a pelare delle gran cipolle... no scherzo, ho anche fatto il gelato di riso, e tagliato una splendida torta di mele e melone. Ho assaggiato un sugo d'uva buonissimo, mi sono scordata di chiedere la ricetta ma me la farò dare perchè era più buono di quello classico della nonna. Poi ho assaggiato una torta di riso bianco con uvetta e malto... La cucina macrobiotica di Mario Pianesi necessita di un post a parte perchè l'argomento è piuttosto complesso. Per adesso vi dico che sono vegan e ci sono parecchi ristoranti sparsi in tutta Italia, specialmente nel centro Italia. Vi dirò le città precise così se vi va di mangiare super salutare potete farci un salto.

Ho iniziato a regalare un po' delle mie magliette Tippitappi ad alcune associazioni animaliste italiane: AgireOra, VivereVegan e quella americana PETA2... mi sembra il minimo! Penso verrano vendute per raccogliere fondi.
Oggi è una bellissima giornata, penso andrò a prendere Bubu all'asilo in bici e poi andremo a fare un giretto da qualche parte. Niente ricette oggi! :)

martedì 18 settembre 2007

Merendina Vegan per bimbi di 1 anno in sù


Mi è stato chiesto di postare qualche ricetta anche per i più piccoli, perchè si trova veramente poco in merito. Ho pensato di partire con la frutta secca: credo che spesso venga trascurata quando in realtà noi vegan dovremmo mangiarla tutti i giorni, ma come si fa con i più piccoli? Io faccio così: metto in ammollo (il giorno prima per la colazione o al mattino per il pomeriggio) un po' di frutta secca mista, oggi ho fatto: 5 albicocche secche, una manciata di mandorle e un cucchiaio di semi di sesamo. Tutte buone fonti di zuccheri, grassi e proteine ma anche sali minerali come il calcio e il ferro.

Poi quando è ora frullo il tutto (con un cucchiaino di miele se necessario) usando il minipimer ad immersione. Si possono usare un tipo solo di frutta secca (albicocche, fichi, prugne, uvetta, datteri) o più tipi (quelli sopra più: sesamo, mandorle, semi di zucca, semi di girasole, nocciole, noci) Sta a voi creare nuovi misti di sapori. A volte aggiungo anche del riso integrale cotto se è avanzato dal pranzo o dei fiocchi di cereali (aggiunti sempre nell'ammollo)

D'estate quando fa caldo gli do anche la frutta fresca, ovvio!, però visto che lo vedo un po' magrolino e perchè stanno iniziando i primi freddi mi piace dargli qualcosa di più sostanzioso.
Cliccate per ingrandire la tabella nutrizionale della frutta secca che ho trovato:


Bubu ha 14 mesi e vuole a tutti i costi mangiare da solo, è più quello che si sbrodola addosso che quello che mangia. Ps: Capelli ancora niente!

L'alimentazione Naturale del Bambino


Un libro interessante e completo, la guida ideale per una neomamma! Non è prettamente un libro vegan ma quasi perchè sconsiglia di proporre la carne e il latte ai bimbi spiegandone le ragioni in termini di salute. Contiene ricette semplici, menu di giornate tipo, ritmo dei pasti, quali alimenti, come cuocerli e come combinarli durante la giornata, insomma un sacco di notizie utili!

L'alimentazione naturale del bambino
Allattamento, svezzamento, ricette salutari fino ai sei anni.
Tiziana Valpiana
Edizioni RED!
prezzo: 14,50 euro
www.rededizioni.it

lunedì 17 settembre 2007

Sbriciolata di Pesche


Mmmm che bontà! Si tratta del famoso dolce inglese Peach Crumble. Siccome anche se sono metà inglese mi piace parlare in Italiano, l'ho tradotto in Sbriciolata perchè crumble appunto vuol dire briciola. Sono pesche cotte al forno con sopra una crosta dolce di fiocchi di cereali... mangiato caldo con sopra del gelato di soia o panna di soia (ovviamente!) come questa che vedete più sotto... è una delizia... e facilissima da fare!


Ingredienti:
Per le pesche:
8 pesche
1/4 tazza di farina
1/4 tazza di zucchero

Per la crosta:
1/2 tazza di Cereali in fiocchi
1/2 tazza di Zucchero
1/2 tazza di Farina (anche integrale)
1/4 tazza di Olio di soia (o un olio di sapore blando)
un cucchiaino di cannella (se vi piace)
2 cucchiai d'acqua
un pizzico di sale
qualche mandorla bianca

Procedimento:
Tagliare le pesche e mescolarle alla farina e allo zucchero. Versare in una pirofila. Mescolare tutti gli ingredienti per la crosta e adagiare sopra senza schiacciare ma in maniera uniforme, poi sopra qualche mandorla bianca. In forno a 180° per 35 minuti o fino a quando ha preso un bel colore.
Questa panna è buona e si trova nei negozi biologici, c'è anche la panna montata nel barattolo.

domenica 16 settembre 2007

Infusi di frutta


Mi sono sempre piaciuti gli infusi di frutta tipo SuccoBene mentre invece le tisane dolcificate con il miele che facevo in casa e poi raffreddavo, non erano buone... Ho scoperto il perchè! Ho copiato la ricetta di SuccoBene ed è tutta un'altra cosa. Il segreto sta nell'aggiungere il succo di mela concentrato anzichè il miele. Io uso di solito Rosa canina e foglie di Lampone comprati in erboristeria (costano molto meno) e il succo concentrato di Mele del Maso del Gusto ...buonissimo! Uso la rosa canina oppure il karkadè oppure altri misti della Sonnentor (più cari però rispetto alle erbe sfuse comprate in Erboristeria) e poi aggiungo sempre un pò' di foglie di lampone perchè fanno benissimo, sono un concentrato di sali minerali e vitamine, fanno benissimo ai bambini e alle donne in gravidanza perchè tonificano l'apparato riproduttivo femminile. Mentre la Rosa Canina è una bomba di Vitamina C. Questo a detta di Medici Omeopati e di medicina Naturale. Sono i mei integratori (non ho mai usato quelli sintetici della farmacia). Si possono mischiare anche più tisane insieme, a seconda dei gusti. Provate! Io ne faccio dei litri e li metto in frigo, ma sono buoni anche caldi.

venerdì 14 settembre 2007

Tempo di Zucche!


Prima di diventare Vegan la zucca non mi faceva impazzire, anzi la odiavo, pensavo ci facessero solo i tortelli e poco altro, invece ultimamente ho scoperto che si può fare al forno, con la menta, in risotto, saltata in padella, insieme alle altre verdure e anche cruda, grattugiata come le carote.
Insomma è una verdure come tutte le altre, una mia amica fa un tortino di zucca e funghi, dice che stanno bene insieme perchè sono due prodotti dello stesso periodo: l'autunno. E in effetti non è male...

Oggi a pranzo mi sono fatta un risotto integrale con la zucca... buonissimo e vi assicuro che si può fare un risotto cremoso e morbido anche con il riso integrale. Basta avere una pentola a pressione. (Io ne ho comprate addirittura 3 di diverse misure e ora non riesco più a cucinare senza. Si dimezzano i tempi di cottura e quando si torna a casa tardi la sera o ci si è dimenticati di fare l'ammollo, è quello che ci vuole...).
Io cuocio per mezz'ora il riso integrale senza ammollo in tre parti di acqua con il sale. A parte faccio la zucca: in padella con cipolla tagliata a pezzi grossi e olio di oliva. (Prima la cipolla poi la zucca, con coperchio) La zucca la lascio con la buccia perchè in realtà non è una buccia dura o di sapore diverso, cambia solo il colore, un po' come la buccia delle zucchine... e poi è tutta fibra buona per il nostro intestinello :) e sali minerali.... Una volta che è tutto cotto mescolo insieme. In questo modo il risotto risulta molto più saporito e la zucca non è slavata...
Ah dimenticavo! Fondamentale alla fine aggiungere un po' di shoyu (salsa di soya) ma senza esagerare. :)
PS: Se conservate due o tre cucchiaiate di riso cotto bianco, le potete aggiungere alla minestra di domani con la zucca, i cannellini bianchi e il rosmarino... Io faccio sempre così, infatti ho una collezione di Frigoverre da fare invidia.

mercoledì 12 settembre 2007

Pseudo Paella


Il Riso Pilaf dell'altro ieri mi ha ispirato questa ricetta che molto assomiglia alla paella, specialmente per i colori. Ho preparato il Riso Pilaf così però insieme alle cipolle ho stufato anche un mezzo peperone rosso e un mezzo peperone verde, un po' di pisellini surgelati. Dopo aver versato il riso e l'acqua un spezzetato un po' di tempeh compero alla piastra (precisamente questo) e del seitan alla piastra (precisamente questo). Buono buono davvero, specialmente se riuscite a farci venire la crosticina sopra!
Bubu ha iniziato l'asilo con l'orario completo: riguardo il dramma Menu, mi è stato molto utile il forum di Consapevolmente.org segnalato da Vera.
All'asilo ho parlato con la cuoca e una delle insegnanti. Dopo aver spiegato cosa c'è nel menu che secondo me non va, ho chiesto specificatamente alimenti alternativi quali seitan, tofu e tempeh, più cereali integrali, più verdura e più frutta secca e semi... Nel caso questo non fosse possibile, ho chiesto di togliere la carne e latticini completamente sia per motivi etici (ben spiegati con tanto di pieghevoli, immagini e cd.) che per motivi salutistici. Mi sono sentita di prendere la strana decisione di lasciare le uova e il pesce una volta alla settimana. Purtroppo non è sufficiente "togliere" gli alimenti di origine animale per ottenere una dieta vegan corretta ed equilibrata; ho quindi optato per il meno peggio. La salute di mio figlio viene ovviamente prima di ogni altra cosa e non posso lasciare che ad un anno di età mangi solo pasta bianca e verdura tutti i giorni per motivi etici. Ho sommerso la cuoca e le insegnanti di materiale divulgativo veg*... la cuoca mi ha fermato stamattina dicendomi che è stata malissimo e che non sapeva niente di questi maltrattamenti inflitti agli animali.... ehhhhh!!! E questo è solo l'inizio! :))))

lunedì 10 settembre 2007

Verdure Verdi saltate con Riso Pilaf


Tiriamoci su il morale con un po' di ricette... Questa è davvero buona e abbastanza veloce. Ho scelto verdure verdi come gli zucchini e i peperoni verdi ma anche i fagiolini non starebbero male, poi il tofu, e arachidi tostate.... Il tutto da mangiare con il riso al forno, cioè il riso Pilaf.

Per due persone ho usato i seguenti
Ingredienti:
3 zucchine piccole
1 peperone
un pacchetto di tofu da 200 gr.
una manciata di frutta secca tostata, meglio arachidi o anacardi
1 cipolla
Olio di semi (meglio di sesamo)
Sale

Ho fatto soffriggere per prima cosa la cipolla tagliata a pezzi (a me piace magiarla come una verdura, a pezzi grandi) e il sale, poi ho aggiunto il peperone (che deve cuocere un po' di più) poi le zucchine e il tofu. Per fare venire quella bella crosticina al tofu bisogna fare andare a fiamma abbastanza alta e mescolare spesso. Magari ggiungendo un po' di salsa di soia (penso che Simone l'abbia aggiunta a mia insaputa, glielo devo chiedere). In ultimo la frutta secca che non deve cuocere altrimenti perde di croccantezza. Fatto!

Riso Pilaf
E' un riso semplice ma molto gustoso che si presta bene ad accompagnare piatti di verdura come questo.
Ingredienti:
Riso Thai o Basmati
Brodo in polvere
Curry
Acqua
Cipolla
Olio

Si inizia sempre con un soffritto di cipolla tagliata fine e sale, poi quando ha preso un bel colore si aggiunge il riso, un cucchiaino di curry, e l'acqua fino a coprire appena il riso. Aggiungete il brodo in polvere o dado per dare sapore, assaggiando una goccia per vedere se va bene. Continuate la cottura a fiamma bassa per scaldare e intanto accendete il forno a 180° C.
Versate in una pirofila e cuocete in forno per 20 minuti. Per diminuire il tempo in forno potete prolungare la cottura in padella e terminare qualche minuto sotto il grill per formare una bella crosticina sopra. Buon appetito!

martedì 4 settembre 2007

Il mio bimbo e il rispetto per gli animali


Non mi stancherò mai di dire che non mangio cadaveri di animali, che la mucca è un'animale dolce e mansueto esattamente come lo può essere un cane, che una gallina ha la stessa capacità di soffrire e provare dolore di un gatto e che gli animali "da mangiare" non sono meno intelligenti di quelli "da accarezzare". Da piccola mi è stato insegnato il contrario e per anni ho mangiato pezzi di carne senza neanche pensare che erano effettivamente pezzi di un animale con un corpo intero, una bocca, occhi, gambe e un cuore. Da piccola adoravo gli animali e alla domanda cos'è la carne? Ma come muoiono gli animali? mi veniva risposto dai miei genitori/ nonni che gli animali erano vecchi e venivano uccisi senza dolore (una sorta di magia...) dopo essere vissuti felici e contenti nella fattoria in campagna insieme agli altri animali... Per anni ho magiato carne con questa convinzione e soprattutto ero convinta che ci fosse una profonda differenza tra gli animali che si mangiano e gli animali da affezione, in realtà come ben sappiamo, è solo una questione di cultura...
A mio figlio voglio insegnare il rispetto verso tutti gli animali. Voglio insegnare che i pesci non stanno bene in un acquario ma liberi nel loro ambiente, che la vecchia fattoria non esiste (ma è solo una bugia per farci sentire meglio) e ogni nostra piccola azione è importante.

Cosa mangerà il mio bimbo all'asilo?

E' appena finito il secondo giorno di inserimento all'asilo "Arcobaleno" ed è andato tutto abbastanza bene. E' una struttura progettata da architetti e pedagogisti insieme, quindi molto particolare, ricca di stimoli visivi, uditivi e tattili, dove tutto è a misura di bambino. Gli insegnanti sono davvero bravi e Bubu si trova benissimo... e poi lo sapete che a Reggio Emilia siamo famosi per questo? Vengono studenti da tutto il mondo a vedere i nostri asili! L'unico neo è ahimè! la dieta. Tutte le mamme sono contente tranne me, e non è perchè sono vegana.... Questo è il menu mensile per tutte le scuole e i nidi d'infanzia di Reggio: Cliccate sull'immagine per ingrandire:

Non voglio sembrare esageratamente puntigliosa e nemmeno ingrata o irrispettosa verso i dietisti che hanno studiato questa dieta ma ci sono alcuni alimenti e/o combinazioni sulle quali non sono assolutamente d'accordo.

Poca fibra. La fibra non è importante solo per andare in bagno. La fibra è un componente di tutti gli alimenti vegetali ed è fondamentale per tenere pulito l'intestino e garantire una mobilità intestinale corretta. Se l'intestino è pulito, tutto l'organismo è pulito e assorbe più facilmente le sostanze nutritive che ingeriamo. Ma se gli escrementi permangono troppo nell'intestino inizieremo ad assorbire e ad assimilare anche le tossine e le sostanze in putrefazione... purtroppo è così!!!
La pasta di questo menu è sempre bianca (fatta con il cuore del chicco di grano, privato cioè della sua naturale crusca, del suo germe di grano, e dello strato più esterno ricco di sostanze nutritive) La verdura è stata per adesso poca e comunque sempre a contorno, di fianco a cose ben più saporite, ed evitata quindi da molti bimbi. Frasi del tipo "mangia la verdura che così fai la cacca" è una frase che si sente spesso.... La frutta viene data la mattina a merenda lontano dal pasto e su questo mi trovo d'accordo al 100%
A parte un risotto (suppongo sempre bianco) a settimana e un miglio/orzo al mese, i carboidrati sono forniti dalla pasta bianca. Il farro è un tipo di grano e il cous cous è grano. I cereali più ricchi dal punto di vista nutrizionale sono il riso, il miglio e l'orzo. Dovrebbero essere mangiati quasi tutti i giorni e possibilmente integrali o semintegrali. Dove sono?
In generale troppe proteine, troppa carne, troppi grassi animali, troppi latticini... Ben sappiamo che il mito del calcio è frutto di una geniale operazione di marketing e che un eccesso di Latticini porta ad un eccesso di muco nelle mucose causando nei bambini raffreddori, riniti, bronchiti ed anche otiti (ma c'è ben altro...) C'è molta varietà di cibi animali e poca varietà di cibi vegetali, la "verdura fresca di stagione" è servita sempre alla fine a parte scondita come una cosa che va mangiata perchè fa bene e non perchè è buona. E poi il prosciutto crudo!!! Ma cavoli, anche per un bimbo onnivoro il prosciutto crudo non è un alimento troppo salato e quindi inadatto?!!

Qui la VegPyramid per una dieta sana e naturale.

Secondo recenti statistiche i bambini italiani sono i più grassi d'Europa, quindi la nostra dieta oggi non è poi così perfetta ...
Ministero della Salute
In Italia i bambini più grassi (articolo de La Repubblica)
A Reggio Emilia non è possibile chiedere un menù sostitutivo nè portare pranzi da casa. In Svizzera per esempio si, come ci racconta Marta, dove nell'asilo di suo figlio ci sono 4 bimbi vegetariani e la cuoca avrà cura di separare la carne dal resto dei piatti. Io voglio il meglio per mio figlio e mi sembra normale. La dieta che ho seguito fin'adesso per lui si è rivelata ottima: non è mai, dico mai stato stitico, non ha mai avuto la diarrea e non ha mai sofferto di coliche intestinali sarà fortuna!? Non ha mai rifiutato un qualche cibo, mangia di tutto senza storie. Cresce bene e ha un normale sviluppo fisico e cognitivo.
Ho fissato un appuntamento con la responsabile mense delle scuole d'infanzia, vediamo cosa si può fare.
Voi cosa mi consigliate?
Related Posts with Thumbnails