giovedì 26 febbraio 2009

Coffee Cake


No, non sa di caffè... si chiama così perchè accompagna bene il caffè a colazione.
Mi è piaciuta subito perchè è fatta con farina solo integrale, non c'è zucchero (a parte la copertura), c'è molta cannella e vaniglia e c'è un cucchiaino di sale. Risultato incredibile.
E' morbidissima e molto saporita senza che la cannella prevarichi troppo. L'ho già fatta tre volte perchè è perfetta sia per la colazione che per la merenda.
Copertura di noci:
20 noci sgusciate e tritate
3 cucchiai di farina integrale
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di olio
Mescolate il tutto e mettete da parte.
Mischiate gli ingredienti secchi:
3 tazze di farina integrale (350 gr.)
1 bustina di lievito vanigliato
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di sale
1 1/2 cannella in polvere
1 vaniglia di bourbon in polvere
Mischiate gli ingredienti liquidi:
1 tazza scarsa di olio di mais (o Biofrit biologico)
1 tazza abbondante di sciroppo d'acero
1 tazza di yogurt di soya alla vaniglia
1 tazza scarsa di latte di soya
Unite il tutto in una ciotola, mescolate bene e versate in uno stampo leggermente unto.
Versate a pioggia la copertura di noci e pressate leggermente con le mani.
Infornate a 170°/180° C gradi per un'ora. E' pronta se supera la prova le coltello.

Crema di Zucca


Questa è deliziosa proprio perchè è cremosissima, la adoro.
Preparate un soffrittino con una cipolla tritata, uno spicchio d'aglio tritato, aghi di rosmarino e un pizzico di sale. Iniziate a tagliare a tocchetti metà di zucca hokkaido (quelle verdi rotonde ma comunque sempre circa 700 gr.) avendo cura di tenere i semi da parte per le cinciarelle che sono la' fuori al freddo! Fate lo stesso con due carote e unite il tutto al soffritto. Mettete un coperchio e lasciate cuocere a fuoco dolce per mezz'ora. Se necessario aggiungete un goccino d'acqua ma non troppa. Quando la carota e la zucca si spappolano sotto il cucchiao potete spegnere il fuoco e frullare con un minipimer. Servite calda in coppettine guarnita con qualche semino di sesamo nero.

venerdì 6 febbraio 2009

Torta di Malto con Granella di Nocciole


Ricetta ispirata ad un dolce macrobiotico senza zucchero, senza uova, senza burro.
Deve risultare morbida e appicicaticcia, quasi un tiramisù...
Ingredienti per il pan di spagna:
(da preparare magari il giorno prima, così si raffredda e si taglia bene, poi basta solo farcirla)
350 gr. di farina soffice per dolci
1 bustina di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato
120 gr. di olio di mais (o altro olio con poco sapore)
200 ml. di latte di soya
2-3 cucchiai di malto
1 pizzico di sale
Mescolate prima gli ingredienti secchi poi aggiungete l'olio e il malto ed infine il latte per ottenere una crema densa. Se ci sono grumi nessun problema, prendete un frullatore ad immersione e frullate il tutto.
Versate in una pirofila (meglio se usate carta forno in questo caso perchè la torta verrà poi estratta e tagliata in tre strati) e infornate a 150°C per 45 minuti o fino a quando non sarà dorata e non si sarà "spaccata" in superficie. Fate la prova del coltello per vedere se è pronta.
Lasciate raffreddare. Con un coltello e con molta calma cercate di tagliare due volte ottenendo tre strati. Se è venuta abbastanza alta dovreste riuscirci senza problemi altrimenti fate solo un taglio e ottenete due strati.
Ingredienti per la farcitura:
attenzione... 1/2 kilo di malto, o 500 gr. se vi sembra meno :) diluito con un bicchierino d'acqua
un po' di cacao in polvere
un po' di orzo solubile
100 gr. di granella di nocciole
crema di cous cous (preparata con un bicchiere di cous cous e 4 bicchieri d'acqua, cliccate qui se non la sapete fare)

Spennellate il piatto da portata con il malto prima di adagiarvi sopra il primo strato.
Poi sopra spennellate in quest'ordine:
1. il malto - coprite bene
2. la granella (un terzo della quantità) - coprite bene
3. il cacao o l'orzo solubile o tutti e due - coprite bene
4. la crema di cous cous - coprite bene
poi pan di spagna e ancora come prima.
Nell'ultimo strato potete mettere la crema e poi cacao in polvere e granella per decorare o solo il malto e la granella, come volte, l'effetto è sempre bello.
Tenetela in frigo e toglietela poco prima di servirla, è buonissima.

Pranzo al centro di Yoga

Da qualche mese ho iniziato ad andare ad un corso di Yoga e questo è il pranzetto che Paola e Mario preparano per noi il venerdì... Da leccarsi i baffi, prossimamente proverò a sperimentare e vi darò le ricette dettagliate.

Crema di zucca (con soffrittino d'aglio e trito di alga nori)

Riso integrale con pesto fatto di semi di zucca, prezzemolo, alga nori, cipollotto verde e olio d'oliva (il tutto passato al mortaio).
Farinata e verdure all'aceto.

Crostata integrale con fettine di mele, mirtilli e cannella
Related Posts with Thumbnails