venerdì 1 giugno 2007

Perchè ho scelto di non mangiare Latticini??


Sono felicemente vegetariana da 8 anni e vegana da 3 anni, dopo essere capitata per caso sul sito di
Peta.com. Mi trovo costretta ad elencare le mie ragioni su questa strana decisione, perchè eliminare anche latte, formaggio e uova oltre alla carne? In realtà se continuate a leggere capirete che non c'è niente di strano! Andiamo con ordine, partiamo con il Latte di Mucca.
Ogni Latte è specie-specifico
Cioè ogni latte è perfetto solo ed esclusivamente per la specie animale per la quale è stato prodotto: Il latte di gatto è completamente diverso dal latte di cavallo e non va bene per quest'ultimo, il latte di topo è diverso da quello di balena e così via. Ogni latte ha caratteristiche organolettiche diverse, sapore e consistenza diverse, perchè diverse sono le necessità e i tempi di crescita di ogni cucciolo.
Il latte di Mucca fa bene al vitello Il latte di mucca è, contrariamento a quello umano, ricco di proteine. Questo perchè il vitello deve diventare un adulto in pochi mesi e deve sapersi reggere in piedi da subito. Il latte umano ha invece molto lattosio (è molto dolce) e, rispetto a quello vaccino, ha una minore concentrazione di proteine, è altamente digeribile ed è adatto a sostenere un'intensa crescita del cervello. L'uomo, infatti, è il mammifero che ha il cervello più sviluppato.
Bere latte di Mucca è totalmente innaturale
Siamo gli unici esseri viventi a bere il latte di un'altra specie animale e siamo gli unici a berlo in età adulta. Nemmeno la mucca adulta lo beve!!! Ovviamente è un discorso diverso se il latte viene sottratto alla mucca per permetterci di sopravvivere, se cioè è per l'uomo l'unico o uno dei pochi alimenti di cui cibarsi per poter sopravvivere. Oggi per fortuna non è così, e anche se i formaggi sono molto saporiti, non sono certamente essenziali per preparare piatti sostanziosi e buoni. Il mio Blog sarà presto pieno di ricette!

La mucca non è un animale "DA LATTE"
La mucca, esattamente come tutti gli altri mammiferi, produce latte solo dopo aver partorito. Il vitello le viene tolto subito dopo la nascita e lo cercherà invano per giorni. Poi le viene attaccata una mungitrice che le succhierà fino a 10 volte più latte di quanto non succhierebbe il suo cucciolo. Questo grazie a particolari sostanze come gli ormoni, che vengono somministrate insieme ai mangimi. Questo e molto altro ancora si può leggere sui libri di Zootecnia, che insegnano come ottenere la massima resa dai capi di bestiame, senza tenere conto dei bisogni fisiologici degli animali.
L'industria del latte fa schifo
La mucca destinata alla produzione di latte subisce innumerevoli violenze. Innanzitutto, viene ingravidata con l'inseminazione artificiale per consentire all'allevatore di programmare la mungitura. La lattazione e quindi la produzione, è possibile infatti solo dopo la nascita del vitello che viene separato dalla mucca subito dopo il parto. La madre lo cercherà invano per giorni. Suo figlio, costretto ad una alimentazione artificiale, se maschio verrà macellato entro pochi mesi (per produrre la "vitella da latte"), se femmina trascorrerà alcuni anni, imprigionata in un allevamento, a figliare per produrre latte. In ogni caso, tutti questi animali sono destinati al macello. Dopo il parto, la mucca "da latte" produce latte per circa dieci mesi. Negli allevamenti, però, viene nuovamente fecondata ancor prima che la lattazione finisca, per la massima continuità della mungitura. Il regime di sfruttamento è molto pesante: dopo quattro-cinque cicli di lattazione con relativi parti di vitelli, la mucca comincia a perdere "produttività" a causa di malattie come le mastiti, indotte dalla mungitura continua, quasi sempre meccanica, o semplicemente per l'eccessivo sfruttamento. Per l'allevatore è quindi più redditizio mandarla al macello e venderne la carne, sostituendola con un animale più giovane ed "efficiente". Così, una mucca che in natura potrebbe vivere fino a quarant'anni, chiusa in un allevamento o in una fattoria biologica, viene uccisa dopo pochi anni di sfruttamento. (dati tratti da VivereVegan)

Cosa c'è nel latte? A parte tutte le schifezze (ormoni, tranquillanti, stimolanti dell'appetito, larvicidi ma soprattutto antibiotici) che vengono date alla povera mucca e che inevitabilmete finiscono nel latte, che latte sarà se la mucca non sa cosa vuol dire brulicare in un prato, camminare, sdraiarsi al sole? Le mucche da latte negli allevamenti intensivi giorno e notte dormono sopra e respirano i loro escrementi. Vedono solo mura di cemento. Sono private della gioia di pascolare su un prato all'aria aperta, accoppiarsi liberamente e accudire i propri cuccioli. E' una mucca inevitabilmente triste, infelice, forse stressata, che non può fare del "buon latte"!
NUOVI APPROFONDIMENTI

www.infolatte.it

9 commenti:

venezia72 ha detto...

Ciao, ho letto il tuo commento sul latte e latticini e vorrei maggiori informazioni, magari se possibile supportate da studi scientifici.
Ti ringrazio fin d'ora per l'aiuto, purtroppo trovo sempre informazini parziali e vorrei farmi un'idea più precisa sull'argomento. Grazie!

Kia ha detto...

Ciao tippitappi, bello il tuo post...rispecchi esattamente quello che penso...spero non ti spiacia ma ho linkato il tuo post sul post che ho fatto oggi...lo trovo davvero molto esplicativo!!!:) a presto!!!

Anonimo ha detto...

ciao anch' io sono una quasi vegetariana che convive con un carnivoro e non ti dico che fatica tutte le volte che devo manipolare la carne per cucinarla o surgelarla, cerco di farne consumare meno anche a loro !!!! quando acquisto quella di vitello e leggo sull' etichetta l' età non riesco a prenderla e la ripongo nel banco frigo. sostengo la lav e quando capita firmo tutte le petizioni per gli animali, mi fa molto piacere che ci siano delle persone come voi baci Rosy

Anonimo ha detto...

Ciao Tippitappi, io sono vegetariana, e mi piacerebbe tanto fare il passo successivo e diventare vegana.
Intanto complimenti!

Anonimo ha detto...

ciao!in questi giorni sto molto riflettendo sul mangiare vegano e volevo chiederti...ma il calcio senza latte dove si prende??questa è la cosa che mi lascia perplessa...voglio dire,fin da quando a scuola abbiamo studiato la nutrizione ci hanno sempre detto che il calcio è molto importante per l'organismo. E senza calcio come si fa? tu come risolvi?
silvia

Anonimo ha detto...

Mmm...e il calcio? Secondo me voi vegani siete davvero esagerati...penso che mangiare è anche un piacere, così lo fate diventare una cosa innaturale e brutta. E il tuo ragionamentoè terribilmente forzato...gli uomini bevono latte di mucca da secoli...che vuol dire che se la mucca viveva nella fattoria sotto casa, amata e coccolata, il latte potevi berlo? E al tuo bimbo quando avràè bisogno di calcio per i dentini e le ossa che farai bere? Acqua?

Anonimo ha detto...

per l'Anonimo contro i vegan:non so se ha senso postare un commento tre anni dopo, ma lo faccio comunque...intanto il latte vaccino non porta calcio al nostro organismo, ma lo toglie!!Si, proprio così,e inoltre nelle donne è una delle prime cause di tumori al seno!(perchè la natura ha una sua logica meravigliosa)Certo difficile che si assista a una campagna preventiva che ci informi chiaramente di questo...l'industria(perchè di industria si tratta!)del latte ne uscirebbe danneggiata!Certo, le scelte della massa sembrano sempre le migliori agli occhi di chi non sa gurdare appena oltre tutto ciò che ci viene imposto.meglio del calcio del latte di vacca...un bel calcio nel sedere!!!Ciao Eleonora

tessitrice di sogni ha detto...

sono tra quelle persone che, negli anni, ogni tanto devo sospendere l'assunzione di latticini perchè mi scatena unaserie di problemi tutti assieme.... ad es: sinusite,cattiva digestione, gastrite, colite....etc non ho mai fatto esami per certificare l'intolleranza, ma ritengo che l'esperienza diretta sia moooooolto più che sufficiente. questa volta mi son detta:ok, basta con i latticini! così, nella mia ignoranza mi son chiesta: ma come fare senza latticini ad assumere quelle sostanze fondamentali come il calcio?così sono iniziate le mie ricerche che mi hanno portato a scoprire la quasi tossicità dei latticini per noi esseri umani. ho due figli(3 anni e 7 mesi) quindi mi è preso il panico!devo, si DEVO per forza imparare a far senza latticini, o almeno ridurli ad alimenti saltuari per golosità! ma le mie conoscenze son limitate. please help me.

Anonimo ha detto...

Woah! I'm really enjoying the template/theme of this blog.
It's simple, yet effective. A lot of times it's challenging to get that "perfect balance" between user
friendliness and visual appeal. I must say you have done a fantastic job with this.
In addition, the blog loads super fast for me on Internet explorer.
Excellent Blog!

Here is my webpage std testing atlanta

Related Posts with Thumbnails