venerdì 30 gennaio 2009

La spesa Eco :)


Avevo già trovato il rimedio ai sacchetti di plastica ricordandomi di portare da casa le mie borse in tela ma mi rimaneva il problema dei sacchettini per la frutta e la verdura. Mi è venuta un'idea e dopo che ho iniziato ho notato che non sono l'unica a farlo.
Non faccio il nodo stretto al sacchetto e una volta a casa e svuotato del contenuto lo rimetto nella borsa della spesa. Al prossimo giro li prendo dalla borsa e la nuova etichetta la piazzo direttamente sopra a quella vecchia. Non faccio il nodo stretto e così via.
Semplice no?
Volendo si può anche tenere il guanto. Si riutilizzano fino a quando non si rompono, e questo a me non è ancora successo!!! Meglio se l'etichetta viene messa sotto il sacchetto: così la posizione andrà bene sia quando il sacchetto sarà pieno che con poca roba e poi si passa meglio al lettore del codice a barre.
Provate!!!
In teoria dal 2011 tutti i sacchetti di plastica saranno banditi in Italia (così come negli altri paesi europei) ma io inizio prima. Anche perchè dopo, con i biodegradabili varrà lo stesso discorso, o no?

12 commenti:

kikiandteresa ha detto...

anche io mi arrangio piu' meno così.
ho lasciato il mio lavoro a mercato biologico a roma e ora cerco qualcosa a Ferrara, speriamo :)
ora che sono tornata in Emilia Romagna dovrò studiarmi le eco-agevolaioni e opportunità della regione e del mio comune.

ProspettiveCreative ha detto...

Geniale!!
Grazie mille, finalmente anch'io potrò evitare i mille sacchettini accumulati sotto il lavello ;o)

tippitappi ha detto...

bene sono contenta vi sia piaciuta l'idea :)

tippitappi ha detto...

prospettiveCreative:
non riesco ad entrare nel tuo blog!

Isa ha detto...

io invece utilizzo il sacchetto fino a rimpirlo, mettendo 4/5 scontrini e senza fare il nodo stretto. una volta a casa lo riciclo, lo trovo perfetto sia per l'immondizia del bagno che per l'umido -- ma solo se usato velocemente, che altrimenti, debole come è, rischia di rompersi

tippitappi ha detto...

Meglio ancora Isa, anche io faccio così a volte ma mi sembrava un po' da "maniaca" precisarlo... che sollievo sapere che non sono l'unica :)))))))
ma..scusa un attimo è biodegrabile il sacchetto? in che negozio vai? io non li ho mai visti...

veganswiss ha detto...

anch'io faccio come isa :-) ormai da un po' di tempo...solo se vado al supermercato...

se vado direttamente dal fruttivendolo ho le mie cassette...

cinnamon e ... ha detto...

ottima idea, Tippi Tappi, non ci avevo pensato ...
basta così poco!

Rossana ha detto...

Ottimo esempio.

maddi ha detto...

Ci vorrebbero gli appositi sacchettini di cotone riutilizzabili (li ho visti in Inghilterra). Chi ha voglia di metterli in commercio in Italia? :-)

Comunque su certa frutta e verdura grossa che poi si sbuccia si può a applicare lo scontrino direttamente senza sacchetto (ad es. sulle banane).

Invece una commessa mi ha sgridata una volta che avevo messo più scontrini sullo stesso sacchetto, perché faceva fatica a passare il lettore (mi ha suggerito di non metterli troppo vicini).

serena ha detto...

molto interessante il tuo blog..me lo voglio leggere tutto!!!!anch'io da oggi farò come te, userò gli stessi sacchetti di plastica per la verdura! grazie :)

zucchero d'uva ha detto...

Io vado con un grosso cestone nel negozio di verdura e mi faccio mettere tutto dentro man mano che le pesa, così non uso neanche i sacchetti!
Ciao

Related Posts with Thumbnails