mercoledì 28 maggio 2008

i miei nuovi detersivi...


Tappi gialli > aceto, tappo blu > marsiglia sciolto in acqua, alcool.
Beh sicuramente quando c'è la casa pulita non c'è profumo di campi in fiore della Aiax, ma questo credo sia solo un gran bene visto che sono solo profumi sintetici!
Prima usavo molto di più quelli bio e non bio, poi ho deciso almeno di limitare il danno soprattutto per le bottiglie di plastica che devo gettare perfettamente integre nei bidoni differenziati della plastica. Non mi va giù. Sono bottiglie che potenzialmente potrei utilizzare per 100 anni e invece devo buttarle via e pagare per averne una nuova ma assolutamente identica. Bottiglie nuove che anche se andranno a finire come ci raccontano per produrre altri prodotti in plastica, è comunque un lavoro in più inutile, o no? Ho scritto una mail alla ditta HederaNatur di Bolzano che produce vari detersivi bio tra cui AlmacaBio, Equo (ma non 100% biodegrabili, a quanto pare nessun detersivo lo è, solo i saponi lo sono... correggetemi se sbaglio) chiedendo perchè non iniziassero con la vendita alla spina. Mi hanno risposto in malo modo ceh i loro contenitori sono tutti riciclabili. Grazie tante!!! MilleBolle ha già iniziato ed è per me geniale! I prezzi sono incredibili!!! Della serie: costa di più il contenitore del contenuto!!! Unico difetto non conosco la composizione ma non sono segnalati come bio :(
Io nel frattempo mi arrangio così:

Piatti, bicchieri pentole a mano:
Sapone di marsiglia sciolto in acqua calda (grattugiate un panetto di marsiglia e sciogliete in una pentola di acqua bollente, mescolate fino a quando non si è sciolto, deve risultare liquidissimo perchè da freddo si addensa parecchio)
Luffa (non la conoscete??? è quella spugna che si ricava da una specie di zucca che essiccata diventa una spugna!)
Spugnetta di metallo
Stracci di cotone
(di recupero ovviamente)
E' strano lavare i piatti con un sapone (marsiglia sciolto) che non fa schiuma e non scivola come gli altri ma vi posso assicurare che sgrassa perfettamente senza lasciare residui e odori e si sciacqua molto bene. Solo dovete aggiungerne di volta in volta, ma tanto è innocuo! :)

La luffa è naturale e tagliandone una di 20 cm. (pagata al mercato bio 1,50 euro) si ottengono tre spugnette.
Quella di metallo serve per togliere le croste più dure dalle pentole, ovviamente.
Pavimenti:
Alcool e acqua calda (o aceto e acqua calda, ma non per il marmo o il legno).
Non ho trovato niente di meglio, avete idee?
Superfici della cucina e del bagno:
Sia il marsiglia sciolto (per sgrassare in cucina) sia l'aceto nel flacone a spruzzo per il calcare. Questi detersivi oltre a non inquinare veramente fiumi e mari non sono pericolosi da inalare e costano pochissimo.
Detersivo e ammorbidente della lavatrice:
Come detersivo uso o solo sapone di marsiglia sciolto (per i capi colorati poco macchiati) o lisciva (carbonato di sodio, si trova nei negozi bio) e marsiglia sciolto per i capi bianchi ma non sempre vengono perfetti e ogni tanto li lavo con un detersivo Bio per lavatrice tipo quelli dell'almacaBio. Da' un ottimo profuno di pulito!
Per l'ammorbidente invece, ho provato con l'aceto e un olio essenziale ma non è abbastanza efficace, specie per gli asciugamani! Diventano carta vetrata, ma per il resto del bucato forse posso farne a meno...
Lavastoviglie:
Sto usando il marsiglia anche qui, uno o due cucchiai nel suo scomparto al posto della tavoletta e devo dire che funziona benissimo, non capisco perchè non viene mai consigliata, forse rovina la lavastoviglie? Di solito viene consigliato il solito misto sale-limone-aceto ma è più scomodo da preparare. Con il sapone di Marsiglia sciolto mi trovo benissimo, le stoviglie sono pulitissime, sgrassate e senza aloni (notare che io non sciacquo nemmeno i piatti prima di riporli, solita pigra). E poi se va bene sulla pelle, non capisco come possa rovinare una lavastoviglie!
Brillantante:
Sto ancora usando quello compero ma ho scoperto che l'aceto va benissimo, sto aspettantdo che si accenda la spia per riempire di aceto. Solo bisogna ricordarsi di posizionare il regolatore del brillantante sul numero più alto così ne uscirà di più e sarà più efficace! Avevo notato quei numerini nello scomparto del brillantante ma non avevo mai capito per cosa fossero. Ora è posizionato sul 2, quando metterò l'aceto lo posizionerò sul 6. Speriamo! :)
Aspetto suggerimenti e critiche!!!
Ps: Il sapone di Marsiglia dello ecor che ho fotografato è abbastanza buono ma non ottimo, ce ne sono altri migliori, e poi lo sapevate che alcuni detersivi per lavatrice a base di sapone di marsiglia sono fatti con sego bovino? mmm che bellezza, sto parlando di Spuma di Champagna, SOLE, Chante Clair e Savon Marseille...
Trovate tutto su questo articolo trovato su forum etici:
http://forum.saicosatispalmi.org
Date un occhio al dizionario degli ingredienti, scoprite cosa c'è dentro le vostre creme e detersivi:
www.biodizionario.it
e questo blog:
www.cosmeticoblog.it
e i detersivi Bio Allegri:
http://biodetersivi.altervista.org

29 commenti:

Isa ha detto...

ciao jenny,
proprio ieri mi son fatta anche io il mio primo detersivo bio! marsiglia + acqua in proporzione di 150g/1000g. tu in che proporzioni lo fai?
Per ammorbidente ti consiglio di utilizzare l'acido citrico (si trova in polvere e si diluisce in acqua) che è molto più acido dell'aceto ed inodore. Nel bucato consigliano di aggiungere olio di lavanda, ma non ricordo il perchè ;) Infine per sgrassare si può utilizzare anche acqua e bicarbonato, ma trovo sia difficile da spruzzare perchè i fori tendono ad intasarsi.. Grazie per tutti questi consigli. Hai mai provato le noci "lavanderine" eque e solidali? Se si come è andata? A presto, ciao, Isa

tippitappi ha detto...

ciao Isa, le proporzioni del marsiglia liquido sono più o meno le stesse, ma in fondo è più che altro un problema di apertura del flacone: ne ho fatto uno particolarmente denso che uso per la lavastoviglie, il flacone ha l'imboccatura larga quindi esce con facilità ed essendo più concentrato ce ne va meno. Per l'acido citrico ti chiedo subito se non è pericoloso e dove si trova. So che si possono fare intrugli magici con vari componenti ma ho paura specialemnte con un bimbo in casa che tocca tutto...
Le noci le ho comprate ma non le ho ancora provate, ma anche se funzionano non sono un gran che, per via del trasporto fino qua :)

veganswiss ha detto...

ciao tippi,

anche noi usiamo puliamo tutto con sapone di marsiglia, olii essenziali, ecc...volevo solo chiederti nella lavastoviglie metti il sapone di marsiglia grattuggiato? se si voglio provarci anch'io visto che il sapone di marsiglia lo vendiamo :-)

Io per il pavimento metto nell'acqua bollente il sapone di marsiglia con un po' di gocce di olio essenziale (limone,arancio,ecc) e funziona bene...

E ogni tanto faccio dei spruzzini con acqua e bicarbonato e un'altro con acqua e aceto

Per la lavastoviglie anche noi usiamo da un po di tempo l'aceto e devo dire che funziona...

Tu che alcool usi fare il sapone di marsiglia liquido?

Io ormai è da anni che lavo i piatti con il sapone di marsiglia...

La luffa non la conosco ma voglio presto prenderla :-)

Ciao
Marta

sprimacciacuscini ha detto...

Grazie per i link, mi sto facendo una cultura.
L'acido citrico lo trovi in farmacia, una mia amica lo usa anche per i capelli.

http://www.saicosatispalmi.org/index.php?option=com_joomlaboard&Itemid=15&func=view&id=107&catid=4

Rossana

mammafelice ha detto...

Anche io uso l'acidi citrico diluito in acqua al 10 o 15 %, l'ho scoperto informandomi per i pannolini lavabili e ora niente più ammorbidente pieni di profumi e schifezze!
Per casa ho due spruzzini: acqua e aceto e acqua e bicarbonato.
Pavimenti acqua e alcol.
Devo provare a lavare i piatti col sapone di marsiglia... Ma rimane sciolto anche quando si raffredda il tutto???
ciao

Isa ha detto...

L'acido citrico è quello contenuto nel limone, don't warry! ma nel frutto ce n'è una quantità troppo limitata e per ottenerlo da lì bisognerebbe spremere chilate di limoni..
Quello in vendita, in polvere, è invece di origini chimiche. Così come l'acido acetico utilizzato industrialmente (chimicamente uguale all'aceto ma "innaturale").

Dire che acido acetico (naturale o chimico) e acido citrico non facciano male, è un'affermazione grossa.
L'aceto puro sulla pelle: brucia, così come il limone negli occhi.
L'acido acetico in polvere, per inalazione, irrita (provare per credere).
Tutto sta ad usare tali sostanze nel modo corretto e non lasciarle alla portata dei bambini ;-)
Pensa che in Sierra Leone molti bimbi muoiono di ustioni alla faringe causate dalla soda caustica che bevono dalle bottiglie lasciate incautamente a loro disposizione dalle madri, che la usano, pura, per lavare il bucato. :-O NB che la soda caustica è alla base di qualunque sapone, pure di quello naturale, di marsiglia, di aleppo. Guarda qui: http://www.emergency.it/menu.php?A=002&SA=067&ln=It&lic=34

Tali sostanze acide (utilizzate nelle proporzioni indicate) servono a contrastare la basicità causata dal calcare che è la fonte del bucato rigido. In tal proposito sarebbe sempre bene venire a conoscenza della durezza della propria acqua per poter agire al meglio (per ciò è necessario telefonare alla propria azienda fornitrice di acqua). cmq... Tali acidi, quindi, non servono a profumare il bucato! Bensì a rendere i capi morbidi, così come vuole la parola stessa "ammorbidente".

Attenzione anche all'uso del bicarbonato come sgrassante, senza poi risciacquare con acqua e aceto/acido citrico si otterrebbero capi rigidi ;-)

Per i capelli preferisco utilizzare la semplice acqua distillata come ultimo risciacquo, per portare via il calcare depositato (fonte del problema di rigidita del capello), anzi che il balsamo comune. Nessuno vieta di usare una soluzione di acqua e aceto ma, rischiando di non saper fare le dosi corrette (cioè quelle per ottenere un ph 7 perfetto), si rischia di inacidire troppo l'acqua, il chè causerebbe spiacevoli arrossamenti alla pelle. Guarda qui: http://www.capellidifata.it

Qui http://www.officinanaturae.com/_acido_citrico.php si trova sia l'acido citrico che il percarbonato di sodio che io attualmente uso come sbiancate in vece di candeggina o perborato (quest ultimo crea danni al feto?!) Ho letto, però, di recente, che, per sbiancare, si può mettere un bicchiere di bicarbonato nel cestello, con temperatura alta, e fare un prelavaggio solo con quello. Proverò.

Scusa le divagazioni..
Ciao ciao, Isa

francesca ha detto...

..e per il water come fate??...io non riesco a trovare niente che funzioni...
bonne soiree
francesca

Isa ha detto...

ieri ho acquistato gli olii essenziali puri di lavanda (per il bucato) limone (per il detersivo piatti) e menta (per il pavimento e .. per il water??? ;) ci proverò. unito allo spruzzino con marsiglia.) ciao ciao

tippitappi ha detto...

grazie ragazze dei preziosi consigli! Se dite che si può fare senza troppo pericolo acquisterò senz'altro l'acido citrico in polvere e lo diluirò al 10% come dici tu, mammafelice... e se ho capito bene lo posso usare come ammorbidente nella lavatrice? Ma è fantastico :)
Marta: no nella lavastoviglie metto il marsiglia sciolto, per essere sicura che non rimangano dei pezzetti e non uso alcol per farlo, solo acqua. Ma il marsiglia sul pavimento non lascia una patina?
francesca: ehhh per il water io direi sempre marsiglia ed eventualmente aceto per disincrostare, magari con una goccia di olio profumato per aiutare nell'arduo compito :) No scherzo, a proposito! Domanda importante, se uso l'acido citrico per pulire devo assolutamente usare i guanti?!!? Ho la fissa che corroda la pelle, non è acido cloridrico, però...
Isa: grazie delle info e l'idea delle tre diverse profumazioni mi sembra ottima! :)

Isa ha detto...

no, non è corrosivo.

"Somministrato in piccole dosi promuove la rigenerazione ossea, in dosi elevate ha effetti tossici [..] L'acido citrico è uno degli acidi più diffusi negli organismi vegetali [..] Il succo di limone ne contiene il 5-7% , ma è presente anche in quasi tutta la frutta, nei legni, nei funghi, nel tabacco, nel vino e persino nel latte. [..] Nell'industria alimentare è usato (con la denominazione E 330) come acidulante e conservante
In campo farmaceutico viene usato come anticoagulante e conservante.
Nei detersivi viene usato come agente sequestrante del calcio, per ridurre gli effetti della durezza dell'acqua."

tratto da qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Acido_citrico

tippitappi ha detto...

Grazie Isa :) ho provveduto subito a fare un ordine su Officina Nautrae per un barattoli di acido citrico. Qui a reggio non si trova (ho fatto alcuni giri di telefonate) quindi me lo faccio spedire :)
SOno curiosissima, mi piace molto l'idea che non abbia odore, magari ci potrò aggiungere degli oli come hai fatto tu :)
ultima domanda poi ti lascio in pace: è molto più acido dell'aceto o più o meno è uguale?

Isa ha detto...

scusa se "rompo" ma mi sto facendo una cultura e dunque te la inoltro :-) Sempre tratto da wikipedia (alla voce Acido Acetico) c'è scritto : "Gli aceti da tavola tendono ad essere più diluiti (tra il 5% e l'8% in acido acetico)" quindi se non ti va proprio di rischiare con l'acido citrico, potresti fare una soluzione di aceto al 20%, otterresti la stessa acidità. Ciao ciao, Isa

Isa ha detto...

ops. ti ho risposto prima di leggere la domanda :) Il beneficio principale in effetti è l'odore. Però occhio che, per inalazione, pizzicano entrambi. solo che l'aceto pizzica finchè non evapora, mentre l'acido citrico pizzica solo mentre crei TU la miscela.. :-) Fammi sapere poi.. :-)

Isa ha detto...

ah tippi, forse i guanti è meglio usarli cmq! anche con detersivi meno chimici o meno aggressivi come i nostri. in effetti una cosa acida è irritante, no? su Wiki consigliano guanti resistenti, (come quelli fatti in gomma nitrilica) e sconsigliano quelli in latex. Vedi tu.. :)

mammafelice ha detto...

Io infatti uso acqua e aceto di mele (che puzza un po' meno) per pulire casa e l'acido citrico come ammorbidente (perchè inodore). Funziona, garantisco!
Lo metti nello scompartimento apposito, non deve andare insieme al sapone, altrimenti ne annulla l'efficacia!
Ah! Per il WC utile anche bagnare lo "scopettino" e versarci del bicarbonato, strofinare bene con quello e poi lasciare ancora agire un po' prima di tirare lo sciacquone.
Comunque, quando serve proprio disinfettare, la candeggina delicata in realtà non è candeggina, ma acqua ossigenata più concentrata di quella che usiamo sui tagli. Se ne trovi una senza troppe schifezze aggiunte (profumi, conservanti, ecc), non è inquinante!
ciao :)

Vera ha detto...

Non so se te l'hanno già detto, ma come ammobridente puoi usare l'acido citrico, è più efficace dell'aceto.
Io ne ho un sacchetto, posso mandartene una certa quantità per provarlo, se vuoi. ;-)

tippitappi ha detto...

grazie vera, sei troppo carina, ma ho pensato di buttarmi e di comprarne una confezione. Ho visto che nel gruppo d'acquisto bio della mia città ce l'hanno a listino quindi provo :)

francesca ha detto...

come sempre non mi deludi mai...l'aceto per pulire è FAVOLOSO!!!!
PS DOMANDA che c'entra poco qui ...ma che faccio ugualmente come hai curato lacandida in gravidanza se l'hai mai avuta...ùil solito enorme bacio
francesca

tippitappi ha detto...

ho scoperto su un libro di cure naturali che la candida albicans odia l'olio d'oliva e la uccide sul nascere, quindi ai primi avvisagli spalma qualche goccia di olio dopo l'igiene intima vedrai che farà marcia indietro! Una volta ho provato ed ha funzionato! MAgari ripeti alcune volte... comunque se vuoi mi informo meglio e ti so dire, ti riscrivo qui tra qualche giorno, ciao! un bacione anche a te! :)

Isa ha detto...

ATTENZIONE!!
:-)
http://www.econsumi.com/

matteo ha detto...

Ciao, nel numero di novembre di focus ci sono molti consigli utili per "eco-risparmiare". Tra cui ricordo il sale-limone-aceto da te citato per la lavast e l'aceto bianco come brillantante, ancora non li ho provati.
PS: complimenti per i due pupi

Anonimo ha detto...

tippitappi....è un bel pò che cerco la luffa ma da noi non riesco a trovarla...sai dove la posso trovare ??? Anzi da naturasì a Trento ho visto che vendono detersivi della Ecor sciolti a distributore...per quelle volte che non se ne può fare a meno....
ti abbraccio eli

silvia ha detto...

ciao, non so se leggerai mai questo commento visto che è passato tanto tempo. Volevo chiederti questo, ho trovato al super, un sapone di marsiglia biodegradabile al 90 per cento e l'ho comprato subito, ma poi ho visto che tutti i componenti sono da bollino giallo. Devo fidarmi, secondo te, contiene limonene, geraniolo, che io pensavo fossero profumi e invece sono tutto tensioattivi. Spero mi saprai dire qualcosa, se mai leggerai questo post, in caso ti scrivo tutti i componenti del sapone. Ciao.

tippitappi ha detto...

mmm Silvia non sono ferratissima sui singoli componenti, perchè non senti da "saicosatispalmi" lei saprà dirti tutti i segreti :-) ciao!!!!!!

silvia ha detto...

Uau, non avrei mai creduto che mi avresti risposto, è un post vecchio, comunque grazie proverò a scrivere dove mi hai detto tu. Grazie ancora ciao.

Adriano ha detto...

Ciao Tippitappi,
mi fa piacere quando navigando su internet trovo persone come te.
ti consiglio di guardare il mio sito www.flagoftheplanetearth.org
li troverai altre modi e ricette per pulire, ad esempio perchè affannarsi tanto per cercare prodotti per lavare le stoviglie, non dimenticate che una volta si usava della semplice farina di mais, sgrassa, pulisce ed è assolutamente ecologica.
Dai un'occhiata al sito e scrivimi.
ciao

tippitappi ha detto...

interessante....

rayss ha detto...

scusate un'incursione maschile in questi post, volevo sapere nella ricetta del marsiglia liquido per piatti ( che mi interessa molto) come ovviare alla proliferazione dei batteri? così puro e semplice rischia di diventare una vera bomba biologica... consigli, suggerimenti esperimenti provati?

tessitrice di sogni ha detto...

Ho scoperto il blog tippitappi solo di recente, lo trovo mooolto interessante sotto vari aspetti, riguardo all'acido citrico da due anni lo uso come ammorbidente mettendone un cucchiaino direttamente nel cestello. ha funzione anche di anticalcare perciò nella solita misura in lavastoviglie funge anche da anti calcare. personalmente non l'ho mai usato disciolto perchè se si sbagliano le dosi si rischia di corrodere materiali e pelle. Saluti HinwikySa

Related Posts with Thumbnails