martedì 18 marzo 2008

Finalmente ho una Compostiera!!!


Anche se il modo più semplice per realizzare una compostiera è quello di prendere 4 pallet e legarli insieme in modo da formare un cubo o fare un buco in giardino, io ho preferito comprarlo già fatto.
L'ho acquistato tre mesi fa e funziona benissimo... inizia ad emanare un leggero profumo di sottobosco e di arancia (visto il gran numero di bucce arancioni che Simone ci butta ogni giorno :) Non trito gli scarti di cucina come andrebbe fatto (per velocizzare il processo di decomposizione) ma sembra funzionare bene ugualmente, la temperatura si è alzata e l'odore è buono. Il tutto mi è costato 69 euro in un negozio di giardinaggio e la comodità di gettare gli scarti in giardino è incredibile. Ora mi rimangono solo i pannolini usa e getta della notte di Tommaso, per il resto riciclo tutto conferendo i miei rifiuti negli appositi contenitori. Presto inizieranno con il porta a porta, e così sarà ancora più semplice :)

Si riempie dall'alto e poi man mano che si forma il compost lo si estrae dal basso attraverso la piccola apertura.
Vera ne ha fatta una piccola in casa e la tiene sul balcone, guardate che genio
Cosa si può mettere nel composter:
- semi di frutta, compresi i gusci della frutta secca (richiedono più tempo, ma aiutano a tenere il cumulo aerato)
- bucce di agrumi (non trattati), in pezzi molto piccoli e sottili
- rami e foglie ben triturati (le foglie basta sbriciolarle una volta secche, i rametti li spezzo oppure li taglio con le forbici, ma senza trituratore restano un po' grandicelli)
- "erbacce", possibilmente lasciate seccare un po' e sbriciolate
- gusci d'uova tritati
- avanzi di cibo cotto (in piccole quantità)
- avanzi di frutta e verdura crude (bucce, semi o altri scarti)
- fiori secchi, compresi quelli tossici
- fondi di caffé, thé oppure tisane (bustine comprese)
- cenere di legna, in piccole quantità
- aghi di pino e foglie di castagno, che però abbassano il ph del compost
- carta, non stampata (o quanto meno in B/N)
- peli
Cosa non si può mettere nel composter:
- carne, ossa, pesce e derivati animali (attirano troppa "fauna" indesiderata)
- cibi o materiali unti di olii o grassi
- materiale plastico, tetrapak, carta patinata o plastificata, vetro, ceramica, metalli... insomma, tutto ciò che non è biodegradabile!
- cenere di carbone (non mi chiedete perché)
- tessuti sintetici o tinti

4 commenti:

compostiamoci! ha detto...

da un veloce giro tra i blog dedicati al compost ho visto il tuo e quello di qualcunaltro.
Per scambiarci pareri, informazioni e consigli eccoti il link dell'esperimento di compostaggio degli amici di Beppe Grillo di Napoli
www.meetuppiera.blogspot.com

Romina ha detto...

Auguri!! Noi lo abbiamo sempre avuto la composta, ed e molto utile. =)

Kia ha detto...

Brava tippitappi! anch'io ho da un paio di mesetti la compostiera e devo dire che mi trovo benissimo...l'ho costriuta io ( cioè ad essere sinceri l'ha costruita il mio ragazzo...;P)con un bidone verde per le foglie (quelli da giradino), della retina di plastica della zanzariera e dell'argilla espansa per il fondo (promesso che ci farò un post appena riesco!)...economica e ottima...non puzza e si riduce di giorno in giorno...ah...anch'io la tengo in balcone e non c'è che dire, è perfetta!:)) buone vacanze a presto!!!

Anonimo ha detto...

Prenditi i pannolini lavabili, sono esattamente identici agli usa e getta e non inquinano

Related Posts with Thumbnails