lunedì 22 dicembre 2008

Gli uccellini che vivono vicino a casa


Offrire cibo in inverno in realtà è più di una semplice festa perchè può fare la differenza tra la vita e la morte per molti uccelli. Credo sia nostro dovere aiutarli a superare i mesi più freddi :) Soprattutto considerando gli ultimi studi al riguardo.
In questo articolo la Lipu scrive:
Negli ultimi 30 anni i passeri sono diminuiti del 50%.
Questo è quanto emerge da un'indagine di BirdLife International fatta in Gran Bretagna. Anche i primi studi e dati sulla situazione italiana sono preoccupanti.
Tra gli uccelli selvatici che muoiono per cause umane, il 30% soccombe nella collisione contro i vetri degli edifici e i pannelli antirumore delle strade. Si calcola che i Passeri morti così siano 3 milioni e 750 mila l'anno.
....
Io ho 4 mangiatoie in giardino e offro semi di arachidi, zucca, girasole sia interi che sgusciati e grasso.

Questa cinciarella sta assaggiando la mia "torta" di margarina e semi...
Qui trovate come costruirvi una mangiatoia da soli
Potete acquistare diversi articoli sul sito della Lipu (ultimamente hanno finito molti articoli, spero si riforniranno presto con i vari tipi di mangiatoie che avevo visto ad inizio anno)
Qui trovate alcune dritte in più
Ci vuole tempo ma preparatevi a visite di cincie, passeri, pettirossi, cardellini... a seconda della zona in cui siete. Poi potete selezionare il cibo in base alle visite.
diamoci la zampa (consigli sul fai da te)
Mangiatoia per uccelli trasparente (prezzo speciale) di Ecotoys
Le ricette di Bakker per l'inverno


Le cinciallegre vanno matte per le arachidi!

Piccole azioni concrete suggerite dalla Lipu:
Gli accorgimenti che ti indichiamo sono piccole attenzioni, ma contribuiscono alla sopravvivenza dei passeri che vivono intorno a te.

Fornire cibo:
  • D'estate: lascia crescere più alte le erbe in un angolo del tuo giardino (fino a 20-30 cm circa), e falciale solo alla fine della stagione. Molte piante spontanee producono fiori e semi che attirano uccelli e farfalle.
  • D'inverno: installa una mangiatoia sempre fornita di semi, come grano, miglio, canapa e avena per aiutare i passeri a superare il freddo.

Fornire rifugi e tutela:

  • Coltiva nel tuo giardino piante che in inverno sono fonte di cibo e riparo, come betulla, sambuco, biancospino, edera, alloro e rosa selvatica.
  • Non potare le piante e non ristrutturare tetti e facciate tra marzo e agosto, quando gli uccelli costruiscono i nidi.
  • Evita di irrorare le piante con pesticidi chimici.
  • Metti al micio un collare con campanellino: spesso i passeri sono vittime dei gatti, che conservano l'istinto della caccia.

Fornire il nido:

Puoi installare sul balcone, sulla parete del garage o su un albero dei nidi artificiali, modello a "cassetta chiusa" o a "tronchetto".
I nidi devono essere ad almeno tre metri d'altezza, con un foro d'ingresso di 3,2 cm di diametro per la Passera d'Italia, o di 2,8 cm per la Passera mattugia.

8 commenti:

Tetsu ha detto...

Sicuramente quando avrò una casa mia con del giardino mi armerò anch'io di mangiatoie. Non perché li voglio salvare, il mio sarebbe un gesto che salverebbe ben pochi uccelli, ma mi piacciono molto. Hanno qualcosa di magico. Ti invidio.

Anonimo ha detto...

D'estate ci sono 2 passerotti che vengono a farci visita a casa,in cucina per l'esatezza!
Quando svuoto la mangiatoia coi semi del pappagallo,metto i semi in un vaso.La svuota quando è mezza vuota,così i semini interi possono tornare utili ai passerotti,oppure crescono e diventano erba!

LilyWhite ha detto...

Cara Tippi Tappi ti faccio i miei complimenti per il tuo blog e per le bellissime magliette.
Pensa, per natale il mio ragazzo me ne ha fatte trovare 2 sotto l'albero.Non vedo l'ora di indossarle.Grazie

Baci Alessia

Anice ha detto...

Grazie per tutte queste belle idee!Un bel regalo per natale!
Sono cresciuta in una casa con giardino e ho sempre considerato i passeri e altri uccellini una normale e piacevole presenza, mi sono sempre divertita a cercare di distinguere le specie...purtroppo da quando vivo a Torino mi sono resa conto che passerotti, verdoni, ballerine, pettirossi sono una rarità, intorno al mio palazzo solo gazze e corvi.
Poi ho visto sul sito della LIPU una campagna di SOS per i passeri, allora non erano mie allucinazioni!!!Sono davvero diminuiti!
Vedrò di creare una magiatoia sul mio balcone, sperando sia di aiuto, se non vedrò passeri al limite le gazze faranno festa...

veganbel ha detto...

Buon giorno carissima tippi tappi! seguo il tuo blog da quasi un anno e lo trovo magnifico! il tuo blog, le tue idee, tu e i tuoi bambini!
A casa mia vengono parecchi uccellini poichè mia madre avendo delle gabbie con dentro gli uccelli(pappagallini, inseparabili, canarini,cardellini) quando mangiano fanno cadere tanti semini per terra, così vengono gli altri uccellini liberi e li mangiano, ma tra pochi giorni devo costruire una piccola casettina per metterci dei semini per questi poveri uccellini.
Purtroppo mia madre ha comprato moltissimi uccellini, se fosse stato per me non li avrei mai comprati..anche perchè amo vedere gli animali e la natura al loro posto.
Buone vacanze e felice anno nuovo!!

Elena ha detto...

Pure io ho una mangiatoia aperta dove arrivano cince,pettirossi e dopo un pò.....solo quando si sente sicuro ....lo scricciolo.
Di solito meto gli avanzi delle mie torte oppure semi ma quello delle Arachidi non la sapevo,proverò!

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Related Posts with Thumbnails