martedì 23 febbraio 2010

Latte di mandorla fatto in casa


Fatto in casa con la macchinetta, è semplicissimo prepararlo.
Ingredienti: mandorle bianche ammollate, 4 cucchiai di malto di grano, un litro d'acqua.

Capacità e resa: con un bicchiere circa di mandorle, riso o soya ammollati di ottiene poco più di un litro di latte + l'okara nel caso del latte di soya o varie poltiglie di semi da utilizzare in torte o altre ricette.
Tempo: 15 min. + ammollo
Gusto: anche se a volte verso la fine si può sentire una leggera polverina, riesco ad ottenere latti piuttosto buoni.
Neo: l'unico vero fastidio è la pulizia della macchinetta, un po' come la centrifuga.

1. Ammollo delle mandorle la sera prima
2. Inserimento delle mandorle e 4 cucchiai di malto nell'apposito bicchiere
3. Incastro del bicchiere alla macchina
4. Riempimento di acqua nella caraffa fino al segno
5. Chiusura della macchinetta e azionamento
6. Attesa di 15 minuti, bip bip della macchinetta.
7. Il latte è pronto.

Si possono fare:
Latte di sesamo, latte di riso e nocciole, latte di riso e caffè d'orzo, latte di soya, latte di anacardi, latte di miglio, latte d'orzo, latte d'avena....
Come dolcificanti:
malto, stevia, sciroppo d'agave, sciroppo d'acero.
Servono non solo per dolcificare ma anche, se aggiunti in piccole quantità, ad arrotondare il gusto del vostro latte. Provate e capirete cosa intendo.

21 commenti:

Carolina ha detto...

Questo post è utilissimo! Peccato che non abbia quella fantastica macchinetta...
Solitamente compro il latte di mandorla al NaturaSì, ma va detto che farlo in casa (come accade per qualsiasi prodotto) è un'altra cosa...
Una domanda: quella macchinetta la usi solamente per questo tipo di preparazioni o può essere utilizzata anche per altro?
Grazie e buon pomeriggio!

Anonimo ha detto...

Ciao! vorrei tanto comprare la macchinetta per i vari tipi di latte vegetale, mi chiedevo se il latte di soya viene "bevibile" o ha un gusto tipo cartone...
Grazie!
Michela

Raidne ha detto...

ebbrava!!! io sono quella delle domande sul miglio... vale anche per lui ammollo di 10/12 ore e diretto in macchina? Ad esempio io il riso lo lesso prima... Grazie grazie!!!

tippitappi ha detto...

carolina: la macchinetta serve solo per il latte, le possibilità sono solo 2
A crudo - senza calore
Con calore (il latte di soya si fa così)

Michela: Ecco il latte di soya non è proprio uguale a quello industriale, anche se non sa di cartone, non è buono come quello che si compra, ma forse bisogna solo trovare il tipo giusto di fagiolo. Io ho usato quelli rotondi e gialli fin'adesso. E' buono per le preparazioni ma se devo berlo così preferisco quello di riso o mandorla.

Raidne: anche il miglio va ammollato, assolutamente, ma non cotto altrimenti diventa orrendo (cremoso e trasparente). Idem per il riso, se vuoi che assomigli ai latti che si comprano bisogna solo fare l'ammollo e utilizzarli scegliendo la modalità "a crudo" cioè senza calore. Capisci cosa intendo?

PS: Anche se sono buoni e "speciali" perchè fatti in casa, io ancora non sono ruscita ad ottenere latti buoni come quelli industriali. Ovvio che è una questione di gusti ma io trovo che i miei latti casalinghi siano leggermente slavati rispetto a quelli che ho sempre bevuto. Forse la differenza la fa la goccia di olio vegetale che tutti aggiungono, non ho provato :)

Carolina ha detto...

Perché sei sempre illuminante?! Fantastico...
Ti ringrazio...

p.s.: ho visto le nuove magliette. Le adoro...
A presto e buon pomeriggio!

terry ha detto...

Interessante davvero, non ero a conoscenza di questa macchinetta!!!
grazie!:)

Vale ha detto...

Ciao! Mi associo a Carolina per l'utilità del post!
Sto facendo esperimenti con i latti vegetali per capire se comprando la macchina vado veramente ad ammortizzarne il costo... ma questo è un altro discorso.

Per fare il latte di mandorle nella maniera "lunga", bisogna lasciarle ammollo, poi frullarle con l'acqua bollente, rimettere tutto a bollire e filtrare come per il latte di soia o si fa in altro modo?

[Approfitto di questo commento per comunicarti la mia infinita gratitudine per l'illuminazione che mi hai dato con la torta di frutta
!!]

luby ha detto...

dalla tigre sono riuscita ad avere la yogurtiera, ora all'appello manca questa macchinetta :)
chissà, magari lo convinco per il prossimo compleanno!!!!
:)

tippitappi ha detto...

Vale: allora, il latte di mandorla fatto in casa senza macchinetta alla maniera lunga come dici tu non l'ho mai fatto ma penso che si faccia così:
bisogna lasciarle ammollo, poi frullarle con l'acqua calda (non bollente) e filtrare.
Ps: rispetto alla macchinetta non penso sia molto più lungo...
e per il costo... beh io devo ancora capire perchè continuo lo stesso ad acquistare i latti. Ne beviamo veramente tanti!!!

Luby: brava ma prova prima a farli senza macchinetta, vista la spesa, cerca di capire se veramente poi la userai. Anche la macchinetta è da pulire...

Wennycara ha detto...

Ciao Jenny, questa macchinetta mi suona proprio interessante...
Comunque, volevo anche dirti che ieri sera ho fatto il mio primo seitan in casa, seguendo la tua ricetta: è venuto bene e sono soddisfatta (ho scritto anche un post, dove naturalmente ti ho citata e linkata!), quindi, grazie! :)
Buon pomeriggio,

wenny

simo e ... ha detto...

ma che cos'è questa macchinetta?!
sono curiosa, curiosissima


p.s.
passa da me, c'è un giveaway "vegano" ;-)

valina ha detto...

molto interessante..non pensavo si potessero fare in casa tutti questi latti!
cmq penso che quelli in vendita siano addizionati con qualche aroma o conservante...insomma...un po' + buoni in qualche maniera li fanno diventare, secondo me!

Serendipity ha detto...

anch'io trovo molto utile il tuo post!
dopo essermi informata su cos'è veramente il latte di mucca e aver scoperto cose agghiaccianti, io e il mio fidanzato ci stiamo avvicinando piano piano a qeste bevande...che in realtà ci piacciono davvero tanto!
per ora stiamo alternando diverse bevande che si trovano in commercio, da Naturasì c'è davvero ampia scelta, ma non abbiamo ancora del tutto abbandonato il latte...non sapevo che esisteva la possibilità di farli in casa...ma come si chiama questa "macchinetta" e dove si può trovare? Per ora l'ho vista solo pubblicizzata su alcune riviste di cucina naturale...giusto per curiosità e per fare due conti, mi sai dire a quanto si può aggirare il costo?
ultima cosa....pur escludendo i latti addizionati con aromi vari, ho saputo che le proprietà di queste bevande, soprattutto il contenuto di grassi, variano molto a seconda di chi le produce...e sicuramente questo incide molto sul loro sapore!

mammavale ha detto...

Ciao Jenny.
Anche io vorrei iniziare a usare un dolcificante diverso dallo zucchero...ma ancora non li conosco.
QUale mi consigli per iniziare?
Noi usiamo lo zucchero per le bevande della mattina, per qualche tisana e nei dolci, quando riesco a farne qualcuno.

Grazie!

tippitappi ha detto...

serendipity: il latte di mucca è il più facile da sostituire, specialemnte perchè quelli vegetali sono più leggeri sullo stomaco, più dolci e non lasciano in bocca quel gusto orrendo. Questa macchinetta l'ho pagata circa 60 euro, si chiama MILK MACHINE e la marca che ho io si chiama SOYQUICK, un'altra che conosco si chiama VEGAN STAR se la vuoi cercare su EBAY o altro.
Prova prima a farlo col metodo tradizionale (frullando semi e acqua e poi filtrando, ...faccio un post così spiego meglio)

MammaVale: lo zucchero a colazione? BEh ci tante alternative molto più salutari:
nel te il malto di grano
nelle tisane il malto di grano o il succo di mela (se piace)
nel caffè lo zucchero scuro mascobado o sempre il malto di grano
Altrimenti hai provato la stevia? Zero calorie, simile alla liquirizia... URGE un post in merito! :)

VAlina, eh si qualcosa fanno di sicuro, non solo nel gusto ma anche nella consistenza. boh!

LaGolosastra ha detto...

la cercavo anch'io su ebay quella macchinetta (di cui avevo letto altrove, uffi non ricordo dove), ma ero perplessa perché non so dove metterla. Adesso mi è tornata la voglia di ordinarla...

A proposito di ordinare... non è che farai le tshirt revolution rosse da donna ;) mi piacciono taaaanto...

Serendipity ha detto...

grazie mille per le informazioni!
aspetto il tuo utilissimo post e inizierò a fare delle prove!
a proposito di dolcificanti, nell'ultima spesa fatta da Naturasì mi sono lasciata tentare e ho acquistato il malto di mandorle...che non avevo mai sentito e non ho trovato molte informazioni...ma non l'ho ancora assaggiato...

tippitappi ha detto...

la golosastra... sì le tshirt sono in arrivo... con sito nuovo aggiornato wow!
serendipity: malto di mandorle? dev'essere malto con crema di mandorle... non l'avevo mai sentito prima d'ora! fammi sapere com'è!

Serendipity ha detto...

...avevi ragione...si tratta proprio di malto d'orzo con crema di mandorle...comunque è buonissima!
finalmente ho trovato la stevia! non la conoscevo ed è fantastica...sgranocchierei foglie tutto il giorno!
peccato che sia così difficile da trovare...e quindi non ci resta che provare a coltivarla!

tippitappi ha detto...

si, io ho provato a piantarla ed è diventata enorme l'anno scorso. Non so se quest'anno crescerà di nuovo. Poi l'ho anche acquistata in polvere ma non l'ho ancora usata! Dolcifica come un edulcorante, come l'aspartame e non mi piace un gran chè. ps:Non si trova bene perchè ancora "illegale".

rossella ha detto...

Incredibile, non sapevo che esistesse un tale attrezzo! Il tuo blog è molto in sintonia con i miei, che ti invito a visitare. Purtroppo ho visto che non scrivi da un pò, spero che tu torni a farlo presto :)

Related Posts with Thumbnails