giovedì 31 maggio 2007

Il Calcio del Latte Vaccino non ci serve


Il latte di mucca serve per nutrire il vitello!

Il mito del Calcio è una fantastica invenzione pubblicitaria che alza incredibilmente le vendite. Ricordiamoci che l'industria casearia è in mano a una delle più grosse multinazionali.

Che cos'è il calcio?

Il Calcio è un sale minerale necessario per la propagazione degli impulsi nervosi, costituisce un elemento necessario per tenere insieme le cellule nei tessuti del corpo; contribuisce a mantenere regolare il battito cardiaco; è fondamentale per la salute di ossa e denti.
Abbiamo bisogno di una piccola quantità di calcio per far fronte a tutte queste funzioni vitali. L'assimilazione del calcio nel corpo è controllato dalle ghiandole endocrine e il nostro corpo può ricavare tutto il calcio di cui ha bisogno da una dieta sana e naturale (senza latticini!) E' dimostrato chiaramente che i vegetali a foglia verde sono una fonte primaria di calcio utilizzabile nella nutrizione umana. In aggiunta contengono calcio a sufficienza le noci e i semi, i cereali, la frutta fresca la frutta secca e le verdure.
Le vere cause della mancanza di calcio
E' importante capire il ruolo del calcio nel corpo umano. Una delle sue funzioni è neutralizzare gli acidi. Molte persone ceh pensano di avere una deficienza di calcio seguono invece solo una dieta molto acida. In questo caso, il calcio nel loro corpo è costantemente utilizzato per neutralizzare gli acidi. Cioè assumiamo calcio in abbondanza con la dieta, ma questo viene esaurito continuamente. Se si riducono gli alimenti acidi, la sottrazione di calcio si arresta.
Gli alimenti acidificanti comprendono: tutti i prodotti animali (anche il latte ovviamente), i cereali raffinati, i legumi, le noci (eccetto le mandorle) te, caffè, alcol, zucchero, tabacco, bibite, troppo sale raffinato...
Dovremmo mangiare l'80% di cereali integrali, verdura e frutta e invece ci cibiamo quasi esclusivamente di alimenti acidificanti. In questo modo il calcio viene utilizzato per neutralizzare gli acidi invece di essere utile al corpo.
Osteoporosi
Quando il calcio si esaurisce e i denti e le ossa diventano fragili, si parla di osteoporosi, una malattia tipica solo della specie umana! (fanno eccezione gli animali allevati dall'uomo)
L'eccesso di proteine è la principale causa della perdita di calcio
Migliaia di Studi confermano che più proteine assumiamo più calcio perdiamo.
Si rimane colpiti dal fatto che la più alta incidenza di osteoporosi è presente nei paesi in cui si consumano grandi quantià di latticini (Stati uniti, Scandinavia, Gran Bretagna ...)
L'incidenza di osteoporosi è più bassa nei paesi in cui si consumano meno latticini (paesi asiatici e africani, il sud dell'India, Giappone, Cina Thailandia, Malesia, ...) In questi ultimi paesi l'osteoporosi è più diffusa dove il consumo di proteine è più alto (Punjab, Haryana, Dehli ...). Sono stati fatti numerosi studi sulle donne Bantu in Africa; esse assumono meno della metà delle proteine delle nordamericane ed hanno uno stile di vita che richiede grandi quantità di calcio perchè allattano più di 10 figli durante la loro vita, eppure l'osteoporosi è quasi sconosciuta tra loro.

Queste informazioni le ho tratte dal libro "Latte e Formaggio, Rischi ed Allegie per Adulti e Bambini" se volete informazioni più esaurienti dovete leggerlo perchè non si può scrivere tutto in un blog! :)

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Cara TippiTappi, condivido tutto quello che hai scritto e sono certa che quanto contenuto nel libro da te citato sia frutto di studi e ricerche seri e fondati. A me viene solo un dubbio. In realtà io non sono vegana. Cerco di nutrirmi in maniera naturale, ma dalla mia dieta non sono ancora usciti fuori i latticini, in particolare il latte, che però non compriamo nei supermercati, ma da un contadino nostro vicino. Il discorso che il latte è alimento per vitelli e non per esseri umani è sicuramente coerente, anche se nel Regno Animale, da cui mi sforzo di prendere esempio, non sono mancati casi di mammifere che allattano piccoli di altre specie... a testimonianza del fatto che forse non è del tutto INNATURALE. Quello che, però, mi ha sempre dato da pensare è che tutte le persone vegan che ho incontrato io avessero una dentatura piuttosto debole, insomma denti rovinati, che non davano certo l'immagine della salute. Può darsi che sia un caso. Come pure può essere solo un caso che nella mia famiglia, che fa uso di latte, ci siano denti sanissimi. D'altra parte, ammettendo che questo sia un fattore genetico, comunque il latte non ha intaccato le mie riserve di calcio, rovinandomi i denti. La mia non è una provocazione, è che veramente vorrei capire cosa è meglio. Capisci che se me lo viene a dire una persona con una dentatura favolosa che il latte fa male e che puoi benissimo vivere senza, ci posso credere, ma quando me lo dicono i miei amici coi denti "marci", qualche dubbio mi viene. Dove sono le prove? Dov'è la garanzia?
grazie
sole

tippitappi ha detto...

ciao Sole, capisco perfettamente i tuoi dubbi, pensa che io prima di diventare Vegan ero praticamente una formaggiaia, adoravo il latte ma ancor di più i formaggi... ed ero assolutamente convinta della loro genuinità.
CI sono stati medici e varie letture soprattutto straniere che mi hanno fatto cambiare radicalmente idea.
Allora ti posso dire che nel bere latte di un'altra specie per sopravvivvere non è solo naturale ma comprensibilissimo e giustissimo. Anzi! Se non avessi avuto abbastanza latte per nutrire mio figlio lo avrei certamente chiesto ad un altro animale (latte artificiale per es.) E fin qui ok.
Poi per la faccenda denti mi sembra molto strano... ti farò una foto della mia dentatura smagliante! Ho pensato ai miei amici vegan e non vegan e non trovo che i primi siano malmessi rispetto ai secondi. Anche perchè non è solo un fatto di denti ma anche di ossa. Ne parleremo quando avremo 70/80 anni... E comunque un po' di latticini non fanno così male dal punto di vista della salute, semplicemente non devono comparire tutti i giorni sulle nostre tavole, ma dovrebbero essere mangiati sporadicamente.
Un'altra mia esperienza che posso testimoniare direttamente: il mio amico Gianni: beveva latte tutte le mattine a colazione fin dall'infanzia. Soffriva di stitichezza grave (stava anche una settiamna senza andare in bagno! cosa per me pazzesca!) e aveva quei classici bruffoletti dietro la schiena. Gli ho fatto leggere i miei opuscoletti sul LATTE "Non sai cosa bevi" eccetera. Sta considerando di diventare vegan e ha tolto completamente il latte dalla sua alimentazione. Dopo una settimana ha iniziato ad andare in bagno regolarmente. Un miracolo! E' venuto a casa mia a raccontarmelo ed era felicissimo, diceva che non era mai successo prima d'ora e i brufoletti sono magicamente spariti. Questa è una delle tante storie comunque torna a visitare il mio blog perchè presto posterò altre notizie in merito, soprattutto dal punto di vista della salute.
A presto e grazie dell'interessamento!

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Serendipity ha detto...

ciao tippi tappi....io ho appena scoperto questa cosa del latte e ci sono rimasta male!!! ...mi sto informando dappertutto, voglio capire tante cose...e trovo molto utile il tuo blog...mi si è aperto un nuovo mondo! :-)

Anonimo ha detto...

Sole volevo ricordarti che gli esseri umani sono privi degli enzimi digestivi lattasi e renina che sono necessari per ricavare il calcio dal latte, dunque la tua buona dentatura avrà certamente altri fattori di provenienza; il latte comunque non contribuirà certo a mantenerli tali dato che il calcio del latte non solo non viene assorbito ma acidifica il sangue il quale preleva osseina dalle tue ossa per rendere il flusso ematico nuovamente alcalino.
Buona riflessione.
Sara

Related Posts with Thumbnails